Vicini anche se lontani, la (nuova) socialità online
Tempo di lettura: 3 minuti

Stare chiusi in casa non è semplice. Rimanere in isolamento per tanto tempo potrebbe far crescere il senso di solitudine. La rete non ci lascia mai soli e in questo caso ci dà una mano grazie alle numerose soluzioni online che permettono di “incontrarsi” attraverso lo schermo del computer. La piattaforma Zoom (https://zoom.us/), nata per trasmettere videoconferenze, in questo periodo sta registrando un aumento di utilizzatori che infatti la stanno sfruttando per non rinunciare, pur rimanendo ognuno a casa propria, ad aperitivi e cene seppur virtuali con i propri cari. Può collegare fino a 100 persone, si può usare anche tramite app per smartphone e tablet; il limite temporale per un collegamento in videochiamata è di 40 minuti, ma basta cliccare sul link fornito per continuare a restare in compagnia. Ma non è tutto: alcune scuole di danza hanno infatti trasferito i loro corsi proprio su Zoom, permettendo agli iscritti di continuare a divertirsi e ad esercitarsi. A Milano, ad esempio, è il caso di Fuori di Danza – La Scuola del Musical, oppure di Country Events Milano che ha prontamente riorganizzato le sue attività di line dance in questa nuova modalità virtuale.

Per gli appassionati di giochi di società, invece, la soluzione può essere Tabletop Simulator (https://www.tabletopsimulator.com/): ci si può sfidare a Risiko, Monopoly, ma anche a scacchi o poker. Con la possibilità di essere collegati simultaneamente, sembrerà di giocare come se le persone fossero sedute di fronte a noi, allo stesso tavolo da gioco.

Anche la musica continua a farsi sentire, non solo in radio. È il momento dei Live. Molti cantanti suonano da casa per i propri fan: è nata infatti #iosuonodacasa, un’iniziativa a cui hanno aderito vari cantanti, offrendo gratuitamente concerti che si possono seguire su Instagram o Facebook, nelle rispettive pagine. E, se per ora non si può ballare in pista, di sicuro lo si può fare in salotto. Un appuntamento fisso è la diretta di Joe T Vannelli dalla sua casa vista Duomo di Milano: ogni giovedì alle 18 va in streaming con “Slave to the Rhythm”. Nicola Savino, conduttore di Radio Deejay ogni sera propone su Instagram live dj-set casalinghi anni ’80/90; ma si può ballare anche con Gabry Ponte, anima techno italiana e con Jo Squillo: la cantante è riuscita a riconquistare tutti grazie alla sua disco music fatta in casa e ai suoi dj set social.

Se vi mancano le serate in compagnia davanti alla tv o al cinema, Netflix ha trovato una soluzione per tutti i suoi abbonati: Netflix Party. È un’estensione gratuita di Google Chrome che consente di guardare film, serie TV e documentari Netflix insieme agli amici (da remoto) e commentare ciò che si sta vedendo direttamente in chat. Il servizio è completamente gratuito e molto semplice: basta andare sul sito netflixparty.com, scaricare e installare l’estensione sul proprio computer.  Dopodiché è sufficiente aprire Netflix e scegliere cosa vedere, creare un party cliccando sull’icona NP e condividere il link con gli amici.

E se si compiono gli anni in questo periodo? Nessun problema. Che sia una festa a sorpresa o un virtual party lanciato proprio dal festeggiato, poco importa: fondamentale è essere tutti insieme! Ce lo permettono ovviamente servizi come FaceTime, WhatsApp, Skype. Ma tra le più gettonate del momento c’è ora House Party (https://houseparty.com/) un’app che permette videochiamate multiple ed effetti da vera festa, come palloncini virtuali che incorniciano lo schermo o candeline online da spegnere veramente con un soffio.

Oltre a rimanere sempre connessi, ben venga anche l’utilizzo tradizionale del telefono: dedicare qualche minuto della nostra giornata per fare una telefonata alle persone meno abituate all’uso delle tecnologie più avanzate, infatti, può essere un modo virtuoso per impegnare il tempo.