Il TG diventa fai-da-te: al centro solo le buone notizie
Tempo di lettura: 2 minuti

Mai come in questo periodo di pandemia i telegiornali sono pieni di notizie cupe, che allarmano sia in un’ottica di presente che di prospettive future. Per questo, per reagire in qualche modo alla situazione attuale, sono nati su Internet sempre più esperimenti di notiziari che si pongono come obiettivo quello di raccontare il bello che accade e continua ad accadere nel mondo. Si chiamano “Tg delle buone notizie” e sono per la maggior parte indirizzati ai bambini, tra coloro che soffrono maggiormente la reclusione forzata.

Uno tra i primi, in Italia, è stato creato da due insegnanti di Udine che, attraverso l’organizzazione no-profit “Progetto comunicare”, hanno provato a rallegrare le giornate dei più piccoli. Pubblicato sulla pagina Facebook dell’associazione (la prima puntata è uscita venerdì 13 marzo), il telegiornale ha un’impostazione dichiaratamente allegra, con notizie curiose, indovinelli da risolvere e ricette appetitose. Senza dimenticare le interazioni con gli stessi bambini, che, nel corso delle settimane, hanno avuto l’opportunità di raccontare aneddoti e curiosità del loro periodo obbligato tra le mura domestiche.

Destinato ai bambini è anche “Il tg di Fortunello”, condotto dall’omonimo pupazzo dell’attrice Marina De Juli, allieva di Dario Fo e Franca Rame. Già protagonista di uno spettacolo teatrale, il brioso «gatto monello» di peluche punta a raccontare con ironia il mondo ai più piccoli e a eliminare le loro paure. Non a caso, la puntata zero del notiziario è stata proprio dedicata al Coronavirus, di cui si sottolinea, come per tutti gli altri virus, l’assenza di cervello.

Di contenuto simile è il Tg delle buone notizie ideato da due maestre della scuola elementare Giacomo Leopardi di Modena, che in questo caso ha coinvolto in prima persona gli alunni. Sguardo alla telecamera e microfono alla mano, i bambini della 2°C si sono improvvisati giornalisti d’assalto e hanno lanciato una notizia positiva dopo l’altra, divertendosi non poco. Nata come attività speciale all’interno della didattica a distanza, l’iniziativa potrebbe essere adottata anche a livello nazionale.

Allo stesso modo si sono divertiti anche i ragazzi dell’oratorio di Roncadello, Cicognara e Cogozzo (tre frazioni in provincia di Mantova, riunite sotto la medesima parrocchia), che hanno dato vita al “TgEffe”. Al centro dell’esperimento – nato nel pieno della quarantena – barzellette, ricette di cucina e fatti del giorno, a patto ovviamente che questi siano positivi.

Bambini e ragazzi non sono, però, gli unici a necessitare di buone notizie. Ne è convinto l’attore americano John Krasinski,
che, proprio in questo periodo di emergenza, ha deciso di aprire un canale YouTube interamente dedicato agli eventi positivi e commoventi. La prima puntata, per esempio, ha mostrato il lavoro quotidiano degli operatori sanitari, le testimonianze delle persone che stanno aiutando i propri vicini durante questo periodo di quarantena e la storia di una sopravvissuta al cancro che viene festeggiata dai suoi concittadini.